Lazio. La tradizione musicale della valle dell’Aniene tra continuità e riproposta

3,00

Descrizione

La valle dell’Aniene è stata da sempre riconosciuta da tutti colore che vi hanno svolto ricerche in campo etnomusicologico e antropologico come una sorta di “scrigno” della memoria e delal cultura agropastorale, Una percezione, forse amplificata dalla relativa vicinanza con realtà più omologate come, per molti versi la città di Roma e la aree ad essa vicine. La sua fama di luogo dai tratti arcaici, selvaggi, fermi in una dimensione atemporale ha incantato molti visitatori del passato. tra questi possiamo ricordare importanti compositori quali Ector Berlioz (1803- 1869) e Jules Massenet (1842- 1912) che, durante la loro permanenza nella capitale visitarono più volte la valle dell’Aniene. Tra le loro memorie ritroviamo, insieme a caustici giudizi sulla qualità della musica e dei musicisti colti presenti allora a Roma, entusiastiche e appassionate descrizioni della musica dei “Paysanes et bergers” da loro incontrati ad Anticoli, Subiaco eBellegra. Come questo lavoro vuole testimoniare la cultura musicale tradizionale nella valle dell’Aniene, pur vessata, assediata, misconosciuta, è arrivata fino ai giorni nostri come un fiume carsico che ogni tanto emerge in chiare polle, a dispetto delle forze omologatrici che guidano il nostro vivere quotidiano. Testimonianza di questo fatto può essere trovata nel buon numero di giovani che nelle varie realtà della valle stanno oggi riscoprendo gli antichi strumenti ed i loro repertori con un orgoglio che è estraneo e spesso ignora del tutto fenomeni di “revival” un po’ “edulcorati”, che hanno caratterizzato alcune zone d’Italia. c’è per certi versi una riscoperta (o una continuità) di quella cultura che magari era stata rifiutata dai loro padri. In osmosi con questa “risorgenza” spontanea, inoltre, si può rilevare un altrettanto vivido interesse da parte di musicisti, ricercatori, gruppi di riproposta, locali e non, che, in termini più o meno filologici o di semplice “ispirazione” attingono al patrimonio musicale per la loro attività artistica. la condizione della musica tradizionale nella valle dell’Aniene, quindi, si presenta quanto mai variegata ed è proprio questa situazione che si è voluta fotografare nella realizzazione di questo lavoro, inserendo nel CD tracce che vanno dalla splendida testimonianza di chi perpetua i canti, i suoni, i riti dei propri avi, fino alla riproposta artistica.

Informazioni aggiuntive

Titolo

Lazio

Sottotitolo

La tradizione musicale della valle dell'Aniene tra continuità e riproposta

A cura di

Marco Cignitti

Collana

Quaderni etnomusicali del sistema museale Medaniene

Numero

2

Ti potrebbe interessare…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *